14 – Altri tentativi . More work

Ho continuato a limare la prima chiave grezza per la serratura A. (Dopo un po’ che si affumica la chiave e poi la si lima, si hanno le mani sporchissime…)
Siccome il grezzo è chiaramente troppo corto per sollevare il catenaccio, ho aggiunto una “allunga”. Ho trapanato un buchino sullo spessore della mappa, e ci ho messo un ferro piegato a 90 gradi. Vedi immagine
Ora la chiave A1 gira di 90 gradi e poi si blocca, sia in senso orario che antiorario. Non capisco bene come mai.

Situazione: primo tentativo per chiave A , come detto. Ho un altro grezzo per la chiave A di misura piu’ precisa, ancora da usare.
Chiave B: in attesa di saldatura da officina.
Chiave C: gira ma non apre. Forse troppo piccola.
Lezione da imparare: usare grezzi della misura esatta!

Ho fatto passare una sottile striscia di plastica tra lo sportello e la cassa, per tastare dove possono essere i catenacci. Sul lato in alto non ne sento. Sul lato sinistro direi che ce n’e’ uno, in corrispondenza della serratura A. In basso, in corrispondenza della serratura C, la striscia non passa. Sospetto che vi sia un solo catenaccio che chiude, quello della A.

key-a1-filed.jpg

I am keeping filing the blank key A1. ( if one covers the key with soot, after a while he is all dirty). Since the blank is clearly short, I added a small tailpiece: I drilled a hole and shoved in a stiff bent wire.
Now key A1 turns 90 degrees and then stops. I don’t understand why…
I still have a second blank for key A. Key B must be welded. Key C turns but does not throw the bolt. It is probably too short.
Lesson to be learned: use blanks of the proper size!
I have slid a thin plastic shim through the crack of the door all around as far as I could. I believe I can feel just one bolt corresponding to lock A.

Fulvio Fùlleri
http://www.fulviofulleri.com

Advertisements

2 Responses to “14 – Altri tentativi . More work”

  1. Alberto Villani Says:

    Senti, Fulvio, perché non provi un metodo alternativo? Ricordo che nei vecchi film western della mia infanzia, per avere la meglio in situazioni simili alla tua il cow-boy di turno armeggiava intorno alla serratura con un tubo di cartone da cui pendeva un filo bianco. Funzionava sempre, e pure in fretta. Non mi pare fosse una candela, però.

  2. Fulvio Says:

    Ma che metodi ineleganti!
    Prima si prova con false chiavi; se proprio non va penseremo a metodi effrattivi. Ma l’accordo è: col minimo danno possibile. La struttura della cassaforte è legno spesso rinforzato da lamine di ferro. Basterebbe una fresa angolare per tagliare , o un piede di porco per scardinare lo sportello, ma … aspettiamo.


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: